domenica 30 aprile 2017

Preghiera per la sera

Signore, le Tue parole e il Tuo esempio cambiano il cuore.
Accogli, alla fine di questo giorno,
il mio cuore e la mia mente increduli e testardi
di fronte alle difficoltà della vita.

Accogli il desiderio non realizzato di seguirTi.
Il Padre non lascia soli, Tu non mi hai lasciato solo.
Illumina con la Tua presenza le tenebre della fede!
Cambia il mio cuore di pietra in cuore di carne,
capace di amare come hai fatto Tu.
Amen.


Buona giornata a tutti. :-)







venerdì 28 aprile 2017

Preghiera per un intervento chirurgico

Signore,

molti medici, amanti della loro professione
stanno al nostro servizio.
Ti rendo grazie per il dono della sapienza
che hai elargito loro.
Oggi molte vite si salvano in casi in cui in passato
non era possibile ricevere né rimedio né guarigione.
Signore, tu continui ad essere
il padrone della vita e della morte.
Il risultato definitivo sta soltanto nelle tue mani divine.
Signore, illumina la mente e il cuore
di coloro che in questo momento
si occupano di guarire il mio corpo malato
e guida le loro mani con il tuo potere divino.
Grazie per la tua immensa bontà.
Amen.




Signore, oggi ti prego per mio marito che è in sala operatoria. 
Guida la mano del chirurgo. 
Manda soprattutto il suo angelo custode a proteggerlo. 
Per questo ti prego e ti ringrazio. Amen

Stefania


giovedì 27 aprile 2017

E se Dio … non ci ascolta? - Padre Ignacio Larrañaga

 ...e se dopo che abbiamo pregato, supplicato,
ci sembra di non aver ricevuto nessuna risposta...
dobbiamo ricordare che i tempi di Dio,
non sono i nostri tempi...
e allora impariamo e cerchiamo
di mettere in pratica queste parole:

"Se non vi è nulla da fare,
perché le cose sono per se stesse insolubili,
o le situazioni non dipendono da noi,
è arrivata l'ora di far tacere la mente,
chinare il capo, affidare le cose impossibili
nelle mani di Dio Padre,
e abbandonarsi,
come fanno i bambini..."

- Padre Ignacio Larrañaga -




Tanti auguri di Buon Compleanno amore mio!
Anche se oggi sarà una giornata difficile.
Prericovero, esami sangue, ecg, rx torace, colloqui vari,
pulizia del corpo dentro e fuori, depilazione, digiuno
Qualche dolore fisico, una manciata di umiliazioni.
Lo so, lo so... non è facile rimanere nudi e indifesi di fronte ad estranei.
Ma il Signore lo ha fatto. E' rimasto nudo. Ha portato la croce.
Allora, amore mio, coraggio!
Prendiamo anche noi la nostra croce e seguiamolo.

- Stefania -


mercoledì 26 aprile 2017

Vivete nella Fede - San Giovanni Paolo II, papa

Vivete nella fede,
trasmettetela ai figli,
testimoniatela nella vita,


Amate la Chiesa,
vivete in essa e per essa.

Fate spazio nel cuore
a tutti gli uomini,
perdonatevi a vicenda,
costruite ambienti di pace
ovunque siete.

Ai non credenti dico:
cercate Dio,
Egli sta cercando voi.

E ai sofferenti dico:
abbiate fiducia,
Cristo che vi ha preceduto
vi darà la forza
di far fronte al dolore.

Ai giovani:
spendete bene la vita,
è un tesoro unico.

A tutti:
la Grazia di Dio
vi accompagni ogni giorno.

- san Giovanni Paolo II, papa -





Buona giornata a tutti. :-)




lunedì 24 aprile 2017

Preghiera per i malati

Signore, accogli le preghiere e i lamenti
di coloro che soffrono e

di quanti si adoperano per alleviarne il dolore.

Tu che hai percorso la via del calvario
e hai trasformato la croce in segno di amore e di speranza
conforta coloro che sono afflitti, soli e sfiduciati.

Dona loro:
la pazienza sufficiente per sopportare le lunghe attese
il coraggio necessario per affrontare le avversità
la fiducia per credere in ciò che è possibile
la saggezza per accettare ciò che è rimasto irrisolto
la fede per confidare nella tua Provvidenza.

Benedici le mani, le menti e i cuori degli operatori sanitari
perché siano presenze umane e umanizzanti
e strumenti della tua guarigione.

Benedici quanti nelle nostre comunità
si adoperano per accompagnare i malati
perché accolgano la profezia della vulnerabilità umana
e si accostino con umiltà al mistero del dolore.

Aiutaci Signore a ricordarci
che non siamo nati felici o infelici,
ma che impariamo ad essere sereni
a seconda dell'atteggiamento che assumiamo
dinanzi alle prove della vita.

Guidaci, Signore,
a fidarci di Te e ad affidarci a Te.
Amen.




Buona giornata a tutti. :-)




sabato 22 aprile 2017

Sono in crisi - San Giovanni della Croce

Sono in crisi
A che punto è la notte
ho chiesto alle ombre
che osavano
violare il cupo
silenzio?
A che punto è la notte
ho gridato alle stelle
e a una falce di luna?
Sperando nel vento
ho implorato:
a che punto è la notte?
Ma nulla ha tradito
il velluto di quiete.
Invece che vagare
per sentieri scoscesi
una preghiera
è salita dal cuore:
Ave Maria,
il Signore è con te.
Con te
è venuto il Figlio di Dio
e ha acceso il mio giorno.

- San Giovanni della Croce -




Buona giornata a tutti. :-)




giovedì 20 aprile 2017

Momenti di depressione - Ignacio Larrañaga

Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
Improvvisamente un'immensa pesantezza è caduta su di me,
e non so dove fuggire.
Non ho più voglia di vivere.
Dove sei Signore?
Trascinato senza vita, verso un deserto immobile,
soltanto ombre circondano le mie frontiere.
Come posso uscirne?
Pietà di me, mio Dio...
Come una città assediata,
mi circondano, mi opprimono,
mi soffocano l'angoscia,
la tristezza, l'amarezza, l'agonia.
Come si chiama tutto questo?
Nausea? Tedio della vita?
Non ti dimentico, Gesù,
Figlio di Dio e servo del Padre,
che là, nel Getsemani, il tedio e l'agonia
ti oppressero fino a farti versare lacrime e sangue.
Una pesante tristezza di morte inondò la tua anima,
come un mare amaro... Ma tutto passò!
Io so, che anche la mia notte passerà.
So che squarcerai queste tenebre, mio Dio,
e domani spunterà la consolazione.
Cadranno le grosse mura e di nuovo potrò respirare.
La mia anima sarà visitata e tornerà a vivere.
Grazie, mio Dio, perché tutto è stato un incubo,
soltanto l'incubo di una notte che è già passata.
Adesso donami pazienza e speranza.
E si compia in me, la Tua volontà, mio Dio. Amen.

- Ignacio Larrañaga -


Buona giornata a tutti. :-)



martedì 18 aprile 2017

Anche Giuda risorgerà!

Anche Giuda risorgerà!

Almeno un istante della propria vita
ognuno di noi è stato Giuda.

Nelle relazioni con gli altri
è sempre in agguato il Giuda che è dentro di noi.


E quando viene il tempo dell'ultima cena

non riusciamo a spiegarci come possa un amico
tramutarsi in nemico
senza perché.

Pasqua è festa di misericordia
perché dis-vela che ciascuno di noi è Giuda
senza essere Giuda,
ma proprio come Giuda
è stato perdonato e chiamato a risorgere
dall'infinita misericordia di Dio.




Buona giornata a tutti. :-)

www.leggoerifletto.it

www.leggoerifletto.blogspot.it


domenica 16 aprile 2017

O Signore risorto - Madre Teresa di Calcutta

 O Signore risorto,
fa’ che ti apra
quando bussi alla mia porta.

Donami gioia vera
per testimoniare al mondo
che sei morto e risorto
per sconfiggere il male.
Fa’ che ti veda e ti serva
nel fratello sofferente,
malato, abbandonato, perseguitato…
aiutami a riconoscerti
in ogni avvenimento della vita
e donami un cuore sensibile
alle necessità del mondo.

O Signore risorto,
riempi il mio cuore
di piccole opere di carità,
quelle che si concretizzano in un sorriso,
in un atto di pazienza e di accettazione,
in un dono di benevolenza e di compassione,
in un atteggiamento di perdono cordiale,
in un aiuto materiale secondo le mie possibilità.
Amen.

- Madre Teresa di Calcutta -




Amici ed amiche Buona Pasqua!!!

sabato 15 aprile 2017

O notte più chiara del giorno! - Asterio, Vescovo di Amosea

"O notte più chiara del giorno!
O notte più luminosa del sole!
O notte più bianca della neve,
più illuminante delle nostre fiaccole,
più soave del Paradiso.
O notte che non conosce tenebre;
tu allontani il sonno,
e ci fai vegliare con gli Angeli.
O notte, terrore dei demoni,
notte pasquale, attesa per un'anno!
Notte nuziale della Chiesa
che dai la vita ai nuovi battezzati
e rendi innocuo il demonio intorpidito.
Notte in cui l'Erede introduce
gli eredi nell'eternità."

- Asterio, Vescovo di Amosea, 410 d.C. - 



.... silenzio ...



venerdì 14 aprile 2017

Cristo, mio redentore - - don Primo Mazzolari

Cristo, mio redentore.
Sono libero quando
accetto la libertà degli altri.
Sono libero quando
riesco ad essere persona.
Sono libero quando
non credo nell'impossibile.
Sono libero se la mia
unica legge è l'amore.
Sono libero quando credo che Dio
è più grande del mio peccato.
Sono libero quando
solo l'amore riesce a incantarmi.
Sono libero se mi accorgo
che ho bisogno degli altri.
Sono libero quando sono capace
di ricevere la felicità
che mi regalano gli altri.
Sono libero se solo la verità
può farmi cambiare strada.
Sono libero se posso
rinunciare ai miei diritti.
Sono libero quando amo il bene
del mio prossimo
più della mia stessa libertà.

- don Primo Mazzolari -





Silenzio.... Silenzio sulla terra. 
Il respiro affanna. Il pensiero vaga. 
Il cuore trema. Dio è morto. Per me. Per te. Comprendi, uomo, quanto vali? Capisci quanto sei prezioso? 
Guarda l’ Uomo della Croce. Fermati. Parlagli. Non aver paura. 
Leggi la Passione di Gesù Cristo nel Vangelo di Giovanni. Qualcosa nella tua vita cambierà. È successo mille e mille volte. Accade ancora. Può accadere a te. 
Dio muore, oggi, per risorgere il primo giorno dopo il sabato. 
Domenica è Pasqua. Pasqua di risurrezione. Vita nuova. Vita vera. Vita eterna. Per me. Per te. Per tutti. Per tutti coloro che lo vogliono. 
Lui non forza la mano. Non costringe mai. Liberamente ama. Liberamente vuole essere amato. Non possiamo sbagliarci su Dio. 
Alta è la posta in gioco. Troppo alta per rischiare di perdere la partita della vita. 

- Padre Maurizio Patriciello -






giovedì 13 aprile 2017

O Cristo, sono entrato nel recinto dell’oscurità - Padre Ignacio Larrañaga

O Cristo.
Sono entrato nel recinto dell’oscurità,
e le tenebre mi fanno male,
mi feriscono, mi danneggiano.


Sento la Tua mancanza.
So che Tu sei in me.
Ma te ne stai silenzioso,
tranquillo,
aspettando la mia decisione.

Tu sai...
io non posso vivere senza di Te.
La vita, senza di Te,
è vuota, senza senso,
senza colori.
È angoscia.
O Cristo,
non rimanere silenzioso.

Salvami!

- Padre Ignacio Larrañaga -



Buona giornata a tutti. :-)



martedì 11 aprile 2017

Amati, chiamati ad amare - + Card. Carlo Maria Martini

La verità di noi stessi è che siamo fatti per amare e abbiamo bisogno di essere amati. 
La verità di Dio è che Dio è amore, un amore misterioso ed esigente, ma insieme tenerissimo e misterioso. 
Questo amore con cui Dio ci avvolge è la chiave della nostra vita, il segreto di ogni nostro agire.
Noi siamo chiamati ad agire per amore, a spendere volentieri la nostra vita per i nostri fratelli e sorelle, e lasciare esplodere la nostra creatività e ad esercitare la nostra intelligenza nel servizio degli altri.

(+Card. Carlo Maria Martini)
 







Buona giornata a tutti. :-)




venerdì 7 aprile 2017

Madre d’amore, Chiesa pellegrina

Madre d’amore, Chiesa pellegrina
nella valle del pianto,
canta di gioia: il Re
ti ammanta della sua gloria.
Splendono le sue vesti come neve
e la sua luce fino a te discende;
tu dalla cima del monte
rifulgi ormai nei secoli.
Odi: la voce dei profeti antichi
parla di croce e di morte,
dal cielo la voce del Padre
esalta l’Unigenito.
Tale, Sposa fedele, è la tua sorte:
lacrime e sangue ti rigano il volto,
ma divina bellezza
arcanamente ti adorna.
Su Cristo si posa lo Spirito,
un solo mistero vi avvolge:
lucida nube vi cela
all’incredulo sguardo.
Lode a Gesù Signore
trasfigurato sul monte,
al Padre lode e allo Spirito Santo
canti gioiosa la Chiesa in eterno.


(Inno per la liturgia ambrosiana)


Buona giornata a tutti. :-)






mercoledì 5 aprile 2017

A cosa serve vivere - padre Stefano dell'abbazia di Sant'Antimo

Basta! Sono stanco morto, stanco di pensare troppo.
Come un uccello folle la mia testa gira e rigira a vuoto,
e si imbatte nelle griglie dei mille perché della mia vita.
Ci sono troppe domande, e sempre nessuna risposta!
Perché questa vita stereotipata con i minuti che spingono le ore, 
le ore che spingono i giorni,
i giorni che spingono i mesi, e poi, tutto ricomincia automaticamente?
Qual è il senso della mia vita?
Sarà per lo studio? E poi? Per la laurea? E poi?
Per il lavoro? Per il denaro? Per le vacanze?
Per la pensione? E poi? E poi?
Per il nulla quando si pensava di avere raggiunto il tutto!
Signore, siamo giovani bulimici di avere e anoressici di essere!
Appena sono nato, piccolo pargolo,
mi hanno colmato con il prezzo dei loro giocattoli;
mi hanno nutrito sempre preoccupati se ero sazio abbastanza;
mi hanno vestito con magliette e scarpe alla moda;
mi hanno dato tutto perché non mi mancasse niente...
...e adesso sono vuoto, privo di senso,
con una vita piena di avere e povera di essere!
Tu mi hai detto Signore, «una cosa ti manca: vai,
vendi quello che hai e dallo ai poveri
e avrai un tesoro in cielo; poi vieni e seguimi!».
Donami, Signore, la forza per diventare come Francesco:
povero nel suo saio ed estraneo a qualsiasi moda;
pellegrini tranquillo lungo la strada verso l'eternità;
lontano dalla gabbia dorata di una vita comoda;
irradiazione di gioia cibandosi di nulla;
felice, pur essendo privo di tutto;
pazzo, dopo l'incontro con Te senza il quale non si può Essere;
pazzo come lui, per essere me stesso e felice.

padre Stefano dell'abbazia di Sant'Antimo



 Buona giornata a tutti. :-)





lunedì 3 aprile 2017

Il dono del silenzio - Madre Anna Maria Cànopi

Concedici, Signore, il dono del silenzio!
Rendici una dolce e perfetta  consonanza d'amore
per lodarti degnamente celebrando la liturgia del silenzio
con la santità della vita.
Non lasciarci disperdere nella vanità delle nostre parole,
ma  fa' che, immersi nel tuo Verbo,
attingiamo alla sorgente del tuo ineffabile mistero
l'esultanza della pura lode.
Amen. Alleluja!

(Anna Maria Cànopi)
 abbadessa del Monastero Benedettino "Mater Ecclesiae" Isola di San Giulio - Novara)


Buona giornata a tutti.  :-)






sabato 1 aprile 2017

Per ritrovare fiducia

Mio Dio,
sono una tua creatura 
e vengo a te
come figlio al Padre.
Cerco il colloquio rassicurante 
e la salvezza
della tua divina paternità 
che tutto comprende.
Rimanendo alla tua presenza 
mi confronto in te 
per ritrovare me stesso.
Sei il mio rifugio, 
nella dissacrante realtà 
di un'effimera vita, 
in un mondo senza pace.
Riconosco
la tua paternità spirituale.
Amore che tutto crea 
e tutto riempie.
Io credo in te.
E, così, vedo i miei limiti.
Sono con te,
e mi sottometto come creatura 
al Creatore,
e chiedo protezione, Signore!


Buona giornata a tutti. :-)